Vai menu di sezione

Castello di Ossana

Le prime testimonianze del Castello di Ossana o Castello di San Michele, chiamato così dal santo a cui era dedicata la cappella, risalgono al 1191.

Posto in posizione strategica tra la regione trentina e l'Alto Bresciano, godeva di una piena amministrazione civile e penale coperta dalla Curia Episcopale. 

Molto probabilmente risale all'epoca dei Longobardi, ma le prime notizie scritte risalgono al 1191. Alla guida del castello si succedettero varie famiglie nobili: dai Principi Vescovi di Trento ai conti Tirolo-Gorizia, poi nel XV secolo l’investitura passò ai de Federici, quindi agli Heydorf ed ai Bertelli. A cavallo fra Ottocento e Novecento fu comproprietaria del maniero Bertha von Suttner, Premio Nobel per la pace nel 1905. Il castello presenta nel suo possente mastio alto circa 25 metri, l'elemento architettonico più caratteristico e meglio conservato dell'intero complesso.

Tratto da pagina Castello di San Michele

Tipologia di luogo
Castello
Pagina pubblicata Mercoledì, 03 Gennaio 2018 - Ultima modifica: Giovedì, 12 Luglio 2018

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto