Vai menu di sezione

Presentazione

La dolce vita dei materiali, per ridurre lo spreco e salvare i materiali. Questa la proposta dell’Amministrazione comunale di Ossana, che fin dalla metà degli anni novanta propose ai propri cittadini una serie di iniziative concrete per la gestione in modo nuovo del problema dei rifiuti solidi urbani con il fine di produrre minori quantità di rifiuti alla fonte, riusare molti materiali e ridurre gli sprechi, passando da un modello “usa e getta” ad un modello “USA E RIUSA”.

La proposta operativa si realizza in due parti: 

La prima riguarda la separazione domestica dei rifiuti organici: frazione unica ed il loro riciclaggio attraverso il compostaggio domestico o il compostaggio comprensoriale. 
La seconda riguarda la raccolta differenziata: della frazione secca recuperabile che comprende sia gli oggetti riusabili sia quelli riciclabili (carta, cartoni, indumenti, vetro, plastica, alluminio ecc.); dei materiali ingombranti; dei rifiuti pericolosi (R.U.P) prodotti dalle famiglie e dalle piccole attività produttive; attraverso il Centro Recupero Materiali comunale, coperto, recintato, sorvegliato, aperto ad orari fissi ed organizzato con grandi container camionabili.

La volontà e l’entusiasmo nonché la collaborazione convinta dei cittadini è fondamentale per la buona riuscita del progetto, soprattutto nel momento della separazione domestica dei materiali che scartiamo, operazione molto semplice che non complica minimamente la nostra vita domestica.

Importante è che i materiali che scartiamo siano puliti in quanto solo così possono diventare nuove risorse, se invece rimangono sporchi o vengono separati in modo sbagliato e sporcati sono destinati inevitabilmente a diventare rifiuti da eliminare. 
Il momento delicato è quando il materiale ci passa per mano in cucina, un attimo prima di scartarlo. In quell’istante noi possiamo salvarlo o meno. Se vogliamo salvarlo, dobbiamo eseguire due operazioni importanti: separarlo e pulirlo. 
Un valido aiuto per destreggiarci in queste operazione è la “GUIDA PER UNA CORRETTA RACCOLTA DIFFERENZIATA” già distribuita a tutti gli utenti.

Pagina pubblicata Martedì, 19 Dicembre 2017

Valuta questo sito

torna all'inizio